DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

Io non seguo le mode, perchè sono fuori moda dal 1988. Perchè se seguissi le mode ti avrei abbandonato da una vita. Perchè se seguissi le mode, oggi forse accenderei un grande fuoco, che si spegnerebbe appena la moda è passata. E invece io sono il fuoco che cova sotto la cenere... Anche se non mi vedi io ci sono e ci sarò sempre e il mio cuore batte solo per te.
Io non seguo le mode perchè dal 1988 sostengo un simbolo il Falco e un ideale la Casertanità. Io non seguo le mode perchè dopo tanti anni mi guardo intorno in curva e vedo al mio fianco, sempre le stesse facce. Vecchi, fieri e CRIPS!
LE MODE PASSANO, I GRUPPI SI SCIOLGONO, SOLO GLI IDEALI NON MUOIONO MAI...

17 nov 2008

Ancora Cassino, ancora Caserta

Dopo la splendida accoglienza di qualche settimana addietro, ritorniamo a Cassino per trascorrere una bella giornata ultras con i ragazzi della laterale sud. Questa volta, piacevolmente, si uniscono a noi anche gli amici dei Fedayn Bronx.
Siamo a Cassino poco dopo le 12, solita cordialità, abbracci e saluti, ricche bevute di birra e tutti insieme a pranzo in un ristorante locale. Buon cibo e ottimo vino in compagnia degli Squeti e poi allo stadio per la gara con la Scafatese. Allo stadio è festa grande e divertimento, con ripetuti e reciproci cori di stima e di affetto per le due città e tra le due rappresentanze ultras.
Terminata la gara si saluta la vittoria, ritrovandoci ancora al bar ed ancora a brindare con tanta birra fresca.
Un grazie ai Vecchi Fedayn e ai meravigliosi ragazzi degli Squeti ... per tutto, con la promessa di ricambiare a Caserta (diserzione permettendo). Caserta e Cassino: un'amicizia senza fine.

43 commenti:

Davide ha detto...

Altra bella giornata con i ragazzi di Cassino. Le parole non possono descrivere l'accoglienza che ogni volta ci riservano.
Personalmente sono molto felice, anche, per la numerosa partecipazione dei Fedayn Bronx.

p.s. inserita anche una foto nell'archivio foto.

Anonimo ha detto...

Beati voi........eppure qualcuno ha dimostrato che non c'è bisogno di permessi dopo il matrimonio

Un saluto Da peppe di San felice

gk ha detto...

Nonostante i racconti del buon Davide, non mi aspettavo un'accoglienza simile. E' stata importante anche la presenza degli fb! Un grazie di cuore ai ragazzi di Cassino per averci fatto dimenticare per un giorno la ns rabbia che portiamo dentro!

Anonimo ha detto...

Giornata splendida sia con gli amici di cassino che con tutti i ragazzi di caserta,ABBIAMO SFOGATO UN PO' DI RABBIA.
Ciro by Capua

Anonimo ha detto...

Rinnovo nuovamen te i miei saluti a tutti" Bella Ciro"

Niente un argomento fuori topic, ma è possibile secondo voi che tutti stiano a lamentarsi?? Noi è na vita ma non abbiamo raccolto nulla, ma i Presidentissimi quelli che hanno investito in paesi e ora vogliono uno stadio nuovo quasi quanto il San Paolo o il partenio per i loro 500 spettatori doemnicali??

In tempo di crisi ma chi vi costruisce niente?? Avete voluto la bicicletta e mò pedalate...500 sono quello che meritate!!!

Peppe da san Felice

Fedayn Cassino 1977 ha detto...

Puoi vedere 1000 e oltre partite nell'arco della tua vita ultras ma ci sono momenti che passano e non lasciano il segno, altri come quelli vissuti con voi che restano impressi nel cuore.

Grazie fratello Casertano

Anonimo ha detto...

La vostra iniziativa di rinnovare l'amicizia con Cassino o le attività dei Fedayn (come la presenza alla manifestazione degli avellinesi) rendono solo onore gli ultras casertani.
A.C.

Anonimo ha detto...

Chi Trova un amico Trova un Tesoro

Anonimo ha detto...

Area metropolitana di Napoli e la provincia di Caserta

CASERTA - A rileggere la storia della provincia di Caserta si possono trovare dei momenti significativi che ne hanno condizionato tutto il percorso. A questo hanno contribuito anche le forzature legate più agli interessi di parte e rivendicazioni personali che hanno annullato passi in avanti significativi. Dietro ad un orgoglio campanilistico, si sono realizzati atti che hanno limitato lo sviluppo e le potenzialità del territorio.
Dal 2 gennaio del 1927 fino al 11 settembre del 1945, Caserta era in provincia di Napoli. Una città mortificata, si disse, dal regime fascista che Mussolini volle punire per la sua incapacità di darsi una classe politica seria ed affidabile. In realtà a voler smembrare la più estesa provincia del Regno furono in primo luogo i casertani stessi, quelli del basso Lazio che volevano tagliare definitivamente tutti i lacciuoli con una provincia che per la sua arretratezza costituiva un handicap più che un’occasione di crescita. A premere su Roma per un ridimensionamento di Terra di lavoro furono proprio i ministri casertani, Pietro Fedele. Achille Visocchi nonché il Presidente della Camera dei deputati il capuano Antonio Casertano. Il effetti il progetto andava molto più in là dei pettegolezzi di paese, il nuovo piano organizzativo dello Stato che segnò la svolta, prevedeva sull’asse Roma Napoli lo sviluppo industriale ed agricolo con la bonifica di molte terre che insistevano dal Volturno fino alle pianure pontide. Napoli doveva costituire un punto di sviluppo tale da inglobare tutto il casertano, l’aversano ed il nolano. Non a caso fu progettata la seconda autostrada d’Italia, la Napoli Caserta sul cui asse doveva avvenire l'industrializzazione del territorio. Un piano che aveva come primo obiettivo l’agricoltura e poi l’industria di base. I casertani della nuova sistemazione amministrativa ne andarono orgogliosi, salvo poi a rinnegare se stessi, quando il regime cadde. L’ultimo sindaco di Caserta Tommaso Picazio prima dell’avvento dei podestà, quando la provincia fu soppressa, in un lettera ringraziò il duce per la sua lungimiranza, mentre nei comuni di Santa Maria Capua Vetere e Capua si festeggiò il declassamento di Caserta a città in provincia di Napoli. Per quanto riguardava la semplificazione amministrativa molti comuni furono inglobati a Caserta.
La “città continua” prese corpo inglobando Caserta, Casagiove, San Nicola la Strada e San Leucio. Oggi la storia sta dimostrando che quella scelta non era sbagliata. Lo sviluppo industriale e strutturale si è avuto proprio in quelle zone, e la rinata provincia di Caserta che si volle realizzare nel dopoguerra, era a sovranità limitata. Aveva un collegio elettorale, che fino al 1992 comprendeva Napoli e Caserta e dove, salvo qualche eccezione, erano sempre i politici napoletani a determinare quello che doveva succedere i Terra di lavoro. Così è stato nel passato e così continua ad essere oggi. ... E la chiamano ancora Provincia di Caserta.

Anonimo ha detto...

ONORA LA TUA CITTA`, E DIFENDINI I COLORI!
CASERTA ETERNO AMORE!
NOI NON SIAMO NAPOLETANI!
IDENTITA` CASERTANA

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti i tifosi che come me hanno la rabbia nel cuore pero' andiamo AVANTI per la nostra strada senza mai mollare.Ciao Peppe di S.Felice e ovviamente un abbraccio a tutti i CRIPS.
CIRO BY CAPUA

crips 1988 ha detto...

All'uomo, all'ultras, all'amico ... auguri di cuore, Pipistrello.

Anonimo ha detto...

Il 12 dicembre la Casertana compie 100 anni,ma vogliamo organizzare qualcosa almeno tra di noi tifosi/ultra'.Ok gia'lo so'che mi direte che il comune fara'delle feste suontuose decine di gioni di festa,strade imbandierate,prendera'la Reggia e fara'intervenire qualche gruppo importante come i Guns,Rolling,Ramazzotti in duetto con Bono Vox,,mi immaggino gia'il ns presidente della provincia che dichiarera'che il 12 dicembre inizieranno i lavori del nuovo stadio che ridicolizzera'quello in costruzione a Torino,ma vogliamo parlare di cio'che combinera'la ns societa'amata?Ma minimo un torneo di 3 settimane con Juve,Inter,Real,Barca,nuove maglie con il marchio del 100no.
E poi i giornali....il piu'bello sara'sicuramente il Corriere di Caserta,una 40na di pagine sulla ns storia,un marchio del 100no su ogni pagina sportiva per sempre, e'la prima pagina"Sempre la Casertana nel ns cuore,ogni volta che scriviamo di calcio solo della magica"
Ok saremo oscurati da tanti avvenimenti, ma proviamo a fare qualcosa.

Reali

mex ha detto...

Sinceramente provo solo tanta malinconia e rassegnazione...
Avete distrutto la fede di una città, maledetti!!!

Anonimo ha detto...

DAL SITO INTERNO18. 150 DASPO - Oltre al danno anche la beffa. La questura di Roma sta notificando 150 D.A.Spo. ai casertani che si sono presentati al Pala Lottomatica. Il Divieto di Accedere alle manifestazioni Sportive pare sia già pervenuto presso la residenza di taluni tifosi bianconeri.

SENZA PAROLE

Anonimo ha detto...

dal sito tripladoppia.com

Tifosi di Caserta a Roma: interrogazione parlamentare
18/10/2008, 11:07. Scritto da: D.Pezzella.



A quanto pare il sipario sulla trasferta di Roma dei tifosi casertani non è ancora destinato ad essere calato. Dopo il caso scoppiato con la decisione dell’Osservatorio di vietare la trasferta nella Capitale dei tifosi bianconeri, il tutto si infittisce di un nuovo capitolo. La questione addirittura sbarca nelle aule del Parlamento Italiano sotto forma di interrogazione rivolta al ministro degli Interni Roberto Maroni. Un’interrogazione che lascia quanto meno perplessi specie per il tipo di descrizione fatta nella stessa dai senatori Compagna, Coronella e Giuliano relativamente alla presenza di ‘aficionados’ di Terra di Lavoro al Pala Lottomatica apostrofando la loro presenza a Roma come ‘un ingiusto privilegio per gli estremisti del tifo e offensiva per gli appassionati autentici’. A questo punto però come avrebbe detto Lubrano: ‘La domanda nasce spontanea’: ma di che partita si parla? Dal momento che non c’è nell’impianto casa dei giallorossi non si è verificato nessun tipo di atto violento di qualsiasi entità?

I senatori Luigi Compagna (Udc), Gennaro Coronella (An) e Pasquale Giuliano (Fi) (tutti casertani) hanno presentato un'interrogazione al ministro degli Interni Roberto Maroni sulla decisione di proibire ai tifosi della Eldo Juve Caserta la trasferta a Roma.
Di seguito il testo dell'interrogazione:

L’Osservatorio per le manifestazioni sportive aveva deciso di proibire ai sostenitori della Eldo Juve Caserta di seguire la loro squadra impegnata a Roma contro la Lottomatica nella prima giornata del campionato di basket domenica 12 ottobre; al match avrebbero quindi potuto assistere solo i sostenitori della squadra di casa, con evidenti difficoltà di acquisto del biglietto; la decisione aveva provocato delusione e disappunto fra i tifosi casertani, desiderosi di salutare dal vivo la prima apparizione della loro squadra neopromossa tornata nella massima serie dopo 14 anni di serie minori; la Juve Caserta in una nota ha espresso il suo “più vivo rammarico per il provvedimento del comitato nazionale di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive in occasione della gara inaugurale del campionato di Lega A”; anche perché la segnalazione dell’Osservatorio sportivo, alla base del provvedimento, secondo il club casertano, si fonderebbe su quanto scritto dal questore di Roma a proposito di "ataviche rivalità esistenti tra le tifoserie"; la Juve Caserta ha ritenuto opportuno sottolineare come “l’ultima gara ufficiale tra le due formazioni" risalga "ad oltre quindici anni fa"; il 10 ottobre, alla vigilia del match, il Prefetto della Provincia di Roma ha recapitato presso la sede sportiva della Virtus, la notifica che ordinava, per l’incontro di domenica 12 della Lottomatica con la Eldo Caserta, le seguenti prescrizioni: eliminazione del settore ospiti, vendita dei biglietti esclusivamente ai soli residenti nella provincia di Roma, cessazione della vendita di tutti i biglietti entro le ore 19 del giorno 11 ottobre 2008 e contestualmente redistribuzione di quelli rimasti invenduti; un gruppo di tifosi della Juve Eldo Caserta è riuscito però ad essere vistosamente presente al PalaLottomatica di Roma, segnalandosi in un vistoso scambio di insulti fra opposte tifoserie, ampiamente ripreso e diffuso dalla diretta televisiva; i sottoscritti interroganti chiedono di sapere se a giudizio del governo le circostanze e le implicazioni dell'episodio non siano tali da rivelarsi inutilmente offensive per gli appassionati autentici e non contribuiscano, invece, a determinare ingiusto privilegio in favore degli estremisti del tifo.


GRAZIE POLITICI CASERTANI: ADESSO SIETE CONTENTI: 150 DIFFIDATI NONOSTANTE NON SIA SUCCESSO NULLA???

Anonimo ha detto...

Questo e' quello che meritiamo...merde aversane e napoletane che fanno il belo ed il cattivo tempo a spese della nostra citta'!

Anonimo ha detto...

Ecco cosa o trovato in un sito dei tifosi della salernitana. Affiorano i ricordi di un calcio che a caserta non c'e' + e di una rivalità che difficilmente rivredemo: -
"Noi, che entravamo e cercavamo con gli occhi chi distribuiva la piccola fanzine a 4 pagine della GSF scritta con la vecchia macchina da scrivere... quella ad esempio della partita Salernitana - Casertana (1993) di 15 anni fa:
"Ultras News: vorremmo far conoscere almeno il nuovo stadio ai tifosi casertani, visto che non hanno mai avuto la compiacenza di farci visita. Il campionato 1989/90, l'ultimo giocato insieme nella stessa serie, sarà ancora impresso nella mente di tanti bastardi che non solo dovettero riporre i festoni delle strade casertane, poiché in serie B furono promossi i granata, ma non ebbero neanche il piacere di entrare nel vecchio "Vestuti" che, bollente, li aspettava per una partita tutta da gustare. E' proprio il caso di sentenziare che la storia dei derby si ripete a nostro vantaggio, di qui la nostra considerazione che è zero nei confronti di questa pseudo città. Appuntamento ad oggi: potranno gustare, ammesso che lo vogliano per il tremolio delle gambe, la visione di una curva ed una squadra che, a memoria d'uomo, giel'ha sempre messo in culo - Ultrà Salerno".
Noi, quelli che nel 2008 ancora conserviamo gelosamente questi ricordi nei cassetti. Noi, che siamo sempre lì e saremo sempre lì... per Salerno, per la nostra citta'"
Mario (al di la delle cazzate pesciauole scritte ) fa uno strano effetto leggerle adesso. ciao e scusatemi per l'intrusione

Anonimo ha detto...

nostalgico dei tempi andati!
Questa era la CASERTANA!
http://it.youtube.com/watch?v=bjmM8WCKNmQ&feature=related

zingari! ha detto...

E’ crollata la nuovissima Curva Nord dello stadio Marcello Torre di Pagani. Una tromba d’aria ha colpito l’impianto nella serata di ieri, rovesciando la struttura in prefabbricato leggero (tubi innocenti) che poi si è accartocciata su se stessa. La Curva era stata inaugurata soltanto il 2 dicembre del 2007 in occasione di Paganese-Cavese.

Anonimo ha detto...

Ma dove hai preso sta notizia?

Anonimo ha detto...

Ma dove hai preso sta notizia?

Anonimo ha detto...

la notizia è verissima. la fonte, tra le altre, è resport.it

Anonimo ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=nmLAwce8z8w&feature=related

anche se non lo conoscevo personalmente, questo video è da brividi: onore a te Ciccio!
Caserta ai CASERTANI!

Casertanità Militante

Anonimo ha detto...

In uno "stadio" che ormai è sempre più di Eccellenza ... dopo i 242 spettatori paganti contro l'Atellana, siamo arrivati ai 142 di ieri.
RIDATECI IL CALCIO ... QUELLO VERO!

Luca ha detto...

Chi meglio di voi si ricorda le trasferte a Perugia in C1: vere invasioni, cariche sotto la nord con i ternani.

Perugia Marcianise: 16 tifosi al seguito di cui 6 ultras!

FATEC1 TORNARE DOVE MERITIAMO!

Emanuele ha detto...

Ogni tanto passo,leggo,ma poi decido di non scrivere.A che servirebbe? a farvi incazzare ancora di più con i vari "mi dispiace","on meritate questo scempio" e quant'altro?no,anche se sentite,queste parole non servirebbero a nulla.Pensare che il mio paesino fa la D e voi non esistete fa male(perchè quella non è la casertana),soprattutto dopo aver conosciuto le persone che stanno dietro alle pezze..quindi per ora non posso far altro che abbracciarvi e augurarvi quantomeno una vita serena nel quotidiano.
p.s.: "il giorno di festa" per varie disavventure o anzi diciamola tutta perchè la prof si è comportata da vera bastarda è rimandato a Luglio,per fortuna questa volta al 100%.Ci vedremo lì,mi farò sentire per tempo..sarà una laurea ultras in vostra compagnia.

p.p.s.: se qualcuno di voi dovesse passare da queste parti per qualunque tipo di motivo non esiti a farsi vivo,sarà accolto sempre come un fratello.

dimissionario ha detto...

Conta piu' la qualita' che il numero.
Onore a te, amico mio, e tieni duro, sempre!

Davide ha detto...

Questa sera ho parlato a telefono con un "amico", l'ho sentito molto giù di morale, sfiduciato, quattro chiacchiere "casertane e romane", poi una sorta di richiesta ... "certo se nel blog ci fosse un po' di musica" ...

E allora, Vince, eccoti la musica: cantata dal tuo artista preferito "HO ANCORA LA FORZA"!

Dedicata a te, a noi e a tutti quelli che non molleranno mai!

p.s. Emanuele, un abbraccio sincero.

Anonimo ha detto...

Bellissima!
Thanks
V

fantastica ha detto...

....

Ho ancora la forza di chiedere anche scusa
o di incazzarmi ancora con la coscienza offesa,
di dirvi che comunque la mia parte
ve la posso garantire...

Abito sempre qui da me,
in questa stessa strada che non sai mai se c'è
nel mondo sono andato,
dal mondo son tornato sempre vivo...

Ho ancora la forza di non tirarmi indietro,
di scegliermi la vita masticando ogni metro,
di far la conta degli amici andati e dire:
" Ci vediam più tardi ..."

.....

gk ha detto...

...Pezzo da brividi del buon Liga!

Raga quando ci si vede x una birra??

Ema nn ti preoccupare a luglio saremo con te a brindare!!!
..better lather than never!
Un abbraccio

humbo ha detto...

Un abbraccio a tutti i miei fratelli crips e casertani...ultimamente stiamo sempre incasinati..

FINCHE VIVRO' TI CANTERO'

Anonimo ha detto...

Rubo un pò del vostro spazio, per lasciare il mio ultimo saluto ad un grandissimo tifoso rossoblù che all'eta di 34 anni ci ha lasciato.

Tanti ricordi "Belli" e tanti km percorsi insieme a raccontarci durante la settimana le nostre impressioni sulla nostra casertana.

Mi hai lasciato con le lacrime agli occhi nel vedere il tuo nome su un manifesto funereo...Erano anni che non ci vedevamo...Vincenzo Perrotta Ex Warriors Botteghino - San Felice - Ex Itis Francesco Giordani resterai sempre nei nostri cuori, di chi ti ha conosciuto sempre con la casertana nel cuore

mex ha detto...

Alla fine i casertanilli non hanno resistito al forte richiamo dell'eccellenza rionale, cosi' al termine della gara di Arzano riecco le note del PO PO PO PO PE RO PO PO PO con tanto di girotondino da parte dei calciatori...Complimenti conme sempre!!

Anonimo ha detto...

Ma si puo' mettere il pezzone mentre si vedono le foto?
Ciao Fratelli miei che nostalgia!!!
Facciamoci una birretta????
Manoapala

Anonimo ha detto...

Oggi spettacolo su raisat per cosenza-catanzaro!

Grandissimi i fratelli cosentini!

Anonimo ha detto...

C`ERANO ANCHE I CASERTANI, HANNO INQUADRATO PIU` DI UNA VOLTA LO STRISCIONE FB CASERTA SOPRA IL COSENZAVECCHIA!

Anonimo ha detto...

Veramente sullo striscione Rebel Fans c'era anche un'altra pezza casertana: mi pare gialla con un leone rosso disegnato ed una scritta blu di 5 lettere...

Anonimo ha detto...

HO VISTO DELLE FOTO DELLA GARA DI COSENZA, E SI INTRAVEDEVA ANCHE IL VOSTRO LEONE RAMPANTE!
PER IL VENTENNALE ORGANIZZATE QUALCOSA, O ASPETTATE TEMPI CALCISTICAMENTE MIGLIORI?
ANTONIO

humbo ha detto...

Un saluto ad Enzo Perrotta ho avuto modo di conoscerlo all'Itis..un Grande Tifoso un Grande Personaggio un Grande Amico con un Grande Cuore!

Un Ultra' nn muore mai perche vive nel cuore di chi resta..

Avanti Crips

Anonimo ha detto...

Humbo hai ragione

peppe

Anonimo ha detto...

Un saluto ai CRIPS FDC'88 CASERTA da un CASERTANO lontano da Caserta...FEDAYN*BRONX 81 CE