DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

Io non seguo le mode, perchè sono fuori moda dal 1988. Perchè se seguissi le mode ti avrei abbandonato da una vita. Perchè se seguissi le mode, oggi forse accenderei un grande fuoco, che si spegnerebbe appena la moda è passata. E invece io sono il fuoco che cova sotto la cenere... Anche se non mi vedi io ci sono e ci sarò sempre e il mio cuore batte solo per te.
Io non seguo le mode perchè dal 1988 sostengo un simbolo il Falco e un ideale la Casertanità. Io non seguo le mode perchè dopo tanti anni mi guardo intorno in curva e vedo al mio fianco, sempre le stesse facce. Vecchi, fieri e CRIPS!
LE MODE PASSANO, I GRUPPI SI SCIOLGONO, SOLO GLI IDEALI NON MUOIONO MAI...

31 ott 2008

Un ultras non muore mai

Andrea era un ultras del Perugia, uno degli Ingrifati.
E' deceduto, per un arresto cardiaco a 35 anni, durante una vacanza in Brasile. Per riportare la salma in Italia e dargli una degna sepoltura, occorrevano molti ma molti euro. Lo Skrondo non aveva i genitori, la sua famiglia era il gruppo ed i ragazzi degli Ingrifati, da soli, non potevano farcela. Ne è nata una gara di solidarietà a cui hanno partecipato a titolo personale diversi ultras, anche di gruppi "nemici".
La morte è uguale per tutti. Anche per gli ultras.
Cittadini come tutti, anche se per molti, esseri di serie B.
In questo senso vogliamo mandare un R.I.P. a tutti gli ultras che nel corso degli anni, ci hanno lasciato, gente con cui magari ci siamo abbracciati dopo un gol, senza neanche conoscerci.
Se volete lasciare un messaggio questo è il "post" adatto ... chissà che anche da lassù un ultras non vi risponda.

6 commenti:

Davide ha detto...

Si prega di utilizzare questo post solo ed esclusivamente per lasciare un messaggio per gli ultras che tifano dal cielo:

11/11/2007-11/11/2008: CHI DIMENTICA E' COMPLICE! Quelli che aspettano ancora GIUSTIZIA.
Gabriele VIVE.

Anonimo ha detto...

Io personalmente dedico un saluto a un vecchio ultras che conoscevo di vista nella curva sud. quando morì non credo avesse + di 20 anni. Lo chiamavano Polifemo...

giovanni ha detto...

Il mio saluto va ai ragazzi che persero la vita nello spareggio di Ascoli Piceno.
Forse non li abbiamo mai pianti abbastanza.

CRIPS FDC CASERTA ha detto...

Un ultras non muore mai ... ma vive e tifa nel cuore di chi resta!

Sinceramente vicini alla Cassino Ultras per la scomparsa di Pasquale. R.I.P.

Anonimo ha detto...

Ho perso un amico nel 2005 x droga,mi prendeva sempre in giro quanto il sabato o la domenica mi vedeva con la sciarpa al collo,ha visto solo una partita con me il derby ce-sa,non conosceva neanche i colori.
Ciao Massimino,anche se non eri un pazzo come me, pero' ti ho portato allo stadio.
Massimino uno come me.
Ciro by capua

Barone ha detto...

Il mio pensiero e'per i 4 ragazzi della salernitana morti carbonizzati sul treno di ritorno da Piacenza-Salernitana,ultima giornata di serie A.