DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

DOPO 24 ANNI...CALA IL SIPARIO!

Io non seguo le mode, perchè sono fuori moda dal 1988. Perchè se seguissi le mode ti avrei abbandonato da una vita. Perchè se seguissi le mode, oggi forse accenderei un grande fuoco, che si spegnerebbe appena la moda è passata. E invece io sono il fuoco che cova sotto la cenere... Anche se non mi vedi io ci sono e ci sarò sempre e il mio cuore batte solo per te.
Io non seguo le mode perchè dal 1988 sostengo un simbolo il Falco e un ideale la Casertanità. Io non seguo le mode perchè dopo tanti anni mi guardo intorno in curva e vedo al mio fianco, sempre le stesse facce. Vecchi, fieri e CRIPS!
LE MODE PASSANO, I GRUPPI SI SCIOLGONO, SOLO GLI IDEALI NON MUOIONO MAI...

06 lug 2009

Giustizia, vera, per ALDRO

http,

FERRARA - Il tribunale di Ferrara ha condannato a tre anni e sei mesi i quattro poliziotti accusati di eccesso colposo nell'omicidio colposo di Federico Aldrovandi, il ragazzo di 18 anni morto il 25 settembre 2005 durante un intervento di polizia. Alla lettura della sentenza i genitori del ragazzo si sono abbracciati piangendo e in aula sono partiti applausi. Inchiesta e processo hanno visto come parte fondamentale la famiglia Aldrovandi, la mamma Patrizia Moretti e il papà Lino, in prima linea per chiedere la verità, prima con il blog su kataweb aperto nel gennaio 2006 e diventato uno dei più cliccati in Italia, poi lungo l'inchiesta e il processo, scanditi dalle perizie, dalla raccolta delle testimonianze, dalla ricostruzione faticosa delle cause della morte di Federico.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

ALDRO r.i.p.

Anonimo ha detto...

La punizione che hanno preso i poliziotti e'veramente misera(se insulti un pubblico ufficiale la pena puo'arrivare fino a tre anni!),ma almeno si e'fatta luce su questo OMICIDIO,,ok ora giustizia per lui,Gabriele, uno di noi!

Reali

Davide ha detto...

Per chi ha seguito la storia di Federico in tutti questi anni, la sentenza di ieri è solo un piccolo, quanto importante, segnale di "giustizia".

Con la speranza che l'appello e la Cassazione non cancellino la dignità ed il rispetto che Aldro e la sua famiglia meritano.

E adesso giustizia per GABBO.

gk ha detto...

COME VOLEVASI DIMOSTRARE!
Raga pagate dazio....D. e D. l'altra sera avevano ragione!!!!
Era tutta 'na manfrina per avere l'appoggio del comune e di qualche imprenditore. Insomma iscrizione praticamente fatta ed ossatura della squadra pronta (lunedì verrà ufficializzata). Sparaco non lascia...anzi raddoppia!
Ciò non toglie che io personalmente resto alla finestra in attesa di capire che intenzioni hanno.
un saluto ai fratelli

IL GRANDE BLUFF ha detto...

Con la presente si comunica che in data odierna la scrivente società ha provveduto ad inviare a Roma, presso la sede del Comitato Interregionale, la documentazione relativa all’iscrizione del campionato dilettanti per la corrente stagione sportiva e che nella giornata di domani sarà completata dalle previste fidejussioni bancarie. Il presidente Carlo Sparaco intende ringraziare vivamente il sindaco di caserta, Ing. Nicodemo Petteruti, nonchè l’amministrazione comunale, per la vicinanza e per la fattiva disponibilità dimostrata in questi giorni atta a garantire alla Casertana una stabilità societaria che gli consenta di riappropriarsi del posto più consono alla sua storia nel panorama calcistico nazionale. Altresì si ribadisce quanto già precedentemente comunicato nella conferenza stampa di fine stagione, confermando che lo stesso porterà avanti la sua politica societaria che non preclude nel modo più assoluto l’interesse di nuovi imprenditori disposti ad attuare il progetto insieme alla società rossoblù. Nella giornata di lunedì 13 luglio la società comunicherà un primo elenco di calciatori che faranno parte della rosa della squadra per la prossima stagione sportiva.

Anonimo ha detto...

Pascarella e soci mandati a quel paese anche dal sindaco..ehehehe!
Avanti così! Alla faccia di tutte le malelingue dei giornali e tv locali.
Comunque sembra che il comune o chi per esso abbia agganciato un "grosso" imprenditore che gia' ha dato il suo contributo e non solo per l'iscrizione.
Gabbo vive!